A Trapani una coppia di sposi dona un defibrillatore alla cittadinanza

13 Dic 2016 Blog

lilianesAbbiamo raccolto per voi alcune belle notizie delle ultime due settimane giunte alla ribalta della cronaca nel nostro paese, in un’Italia che si sta avviando lentamente in questo processo di cardio-protezione. La pubblicazione di questo articoli giunge mentre da poche ore è stata prorogata a Luglio 2017 la legge Balduzzi. La speranza è quella che i defibrillatori, come per esempio nel caso delle società sportive, non vengano visti solamente come una spesa necessaria per mettersi in regola con la legge. Ma come uno strumento che un giorno potrebbe essere utile per salvare una vita umana. Soltanto cambiando questo punto di vista

Un defibrillatore è stato donato al paesino valdostano di Lillianes, grazie alla raccolta fondi avvenuta in settembre in occasione di una gara di auto d’epoca organizzata da Salvatore Scali, consulente per Italia Defibrillatori nelle regioni di Piemonte e Valle d’Aosta. La consegna è avvenuta domenica al termine della messa celebrata in occasione della festa degli anziani, organizzata dall’amministrazione comunale. Il DAE è stato collocato in un armadietto da esterno termoregolato e sarà a disposizione della comunità.

Martedì 15 novembre a Roma nella palestra Granai di Nerva, un uomo di 78 anni ha accusato un malore e si è accasciato al suolo. Erano presenti la moglie, che si trovava sul posto di lavoro e la figlia di 35 anni che praticando le manovre di rianimazione e utilizzando il defibrillatore è riuscita a salvare la vita al padre. All’arrivo dell’ambulanza l’uomo non era ancora cosciente ma respirava. Il giorno dopo è stato operato e ora le sue condizioni sono buone.

defibrillatori-aziende-dae-vendita-defibrillatoriMercoledì 30 novembre un uomo di 50 anni è stato salvato mentre passeggiava nella piazza di Torre Orsaia, località della provincia di Salerno. Fortunatamente davanti al palazzo del municipio era stato collocato un defibrillatore che con le sue scariche si è rivelato fondamentale. Dopo aver ripreso conoscenza l’uomo  è stato affidato al personale del 118 che lo ha trasportato in ospedale.

A Trapani una coppia di novelli sposi ha deciso di spendere i soldi per le bomboniere nell’acquisto di un defibrillatore da donare alla città. Un gesto bellissimo, per la donazione alla comunità di un macchinario che un giorno potrà essere utile per salvare una vita umana. Il protagonista insieme alla sua sposa è Tony Alestra, formatore della Salvamento Academy di Trapani e in passato collaboratore di Italia Defibrillatori. Oltre al DAE sarà disponibile per 20 cittadini, soprattutto commercianti che hanno l’attività nelle vicinanze del defibrillatore, un corso BLSD completamente gratuito.

Sabato 3 dicembre a Livorno una ragazza di 25 anni, Linda Iermanò, ha salvato la vita ad un uomo di 74 anni, nativo di Lucca ma residente nella città labronica. Il fatto è accaduto verso le 10,30, mentre l’anziano stava camminando in via del Cardinale e la giovane si trovava in centro in compagnia della suocera. Alcuni passanti hanno visto il Pierluigi Manetti toccarsi il petto e poi accasciarsi contro la cancellata di un cantiere. Tutti pensano che non ci sia più niente da fare, tranne Linda che si è rimboccata le maniche e ha iniziato subito il massaggio cardiaco, portandolo avanti per circa 15 minuti ininterrottamente. Nel frattempo ha chiesto ad un vigile di inoltrare la chiamata al 118 e nel frattempo di recuperare il defibrillatore più vicino. Fortunatamente il cuore ha ripreso a battere non c’è stato bisogno nemmeno di una scarica del DAE. Linfa lavora come operatrice sociosanitaria mentre studia per diventare assistente sociale. Ecco le sue parole:<<È stata una sfida con me stessa, ho sempre pensato che se qualcuno si fosse sentito male davanti a me, avrei voluto fare qualcosa di utile senza andare nel panico. Il primo morto è stato traumatico, ho pianto tanto. Poi sono diventata più forte e oggi mi sento una persona diversa. Aiutare gli altri non ha prezzo>>.

La legge di stabilità del 2016 ha previsto un maxi ammortamento del 140% nella dichiarazione dei redditi per chi ha acquistato, nel periodo compreso tra il 15 ottobre 2015 e il 31 dicembre 2016, beni o materiali strumentali . Fra questi c’è il defibrillatore, uno strumento salvavita che fa anche risparmiare sul piano assicurativo. Il super ammortamento funziona con un meccanismo fiscale che garantisce una deduzione più alta rispetto a quanto oggi preveda il ministero normalmente.

drone-defibrillatoreUn progetto innovativo è stato proposto dal Comune di Ravello insieme all’Ospedale Costa d’Amalfi, per aumentare la cardioprotezione della bellissima costiera. L’occasione è stata domenica 11 dicembre quando un drone munito di defibrillatore è stato fatto partire dall’ospedale e atterrare in piazza Vescovando. La proposta è quella di raggiungere in pochi minuti le zone più impervie con un drone munito di DAE per salvare vite umane, in un territorio morfologicamente complesso.

Noi di Italia Defibrillatori conosciamo perfettamente tutti i modelli semiautomatici presenti sul mercato italiano. Non esiste il DAE migliore, ma quello che si adatta meglio alla tue esigenze. A seconda del pubblico che frequenta la struttura e del luogo dove essere installato, ci sono alcuni aspetti molto importanti che vanno tenuti in considerazione. Per questo motivo offriamo la nostra consulenza gratuita e personalizzata sulla scelta del defibrillatore. Contattandoci risparmierai tempo e denaro, ricevendo la nostra analisi completa. Per richiedere un preventivo CLICCA QUI

Search

+