Un defibrillatore per le emergenze, un defibrillatore per la sanità, un defibrillatore in campo sanitario

Carabiniere salvato in caserma, altri due casi a Piacenza in pochi giorni

14 Nov 2016 Blog

Un defibrillatore per le emergenze, un defibrillatore per la sanità, un defibrillatore in campo sanitarioEcco alcune buone notizie che sono giunte alla ribalta della cronaca in questi ultimi due giorni e che hanno visto persone salvate con i defibrillatori. Si tratta di ulteriori conferme su quanto sia importante un intervento immediato e tempestivo, per scongiurare gravi conseguenze. Alla base ovviamente ci deve essere la conoscenza delle tecniche di rianimazione e la presenza dei dispositivi di cardioprotezione. Il mondo dello sport italiano sta andando in questa direzione, insieme alle spiagge di alcune regioni.

Venerdì 28 ottobre un motociclista di 71 anni è caduto con il suo scooter davanti all’ingresso del Polichirurgico di Piacenza, colto da arresto cardiaco. In suo aito è corsa immediatamente la responsabile della ricerca scientifica di “Progetto Vita” che ha iniziato a praticare le manovre di rianimazione. Successivamente il personale del 118, con l’utilizzo del defibrillatore è riuscito a far riprendere al malcapitato il battito del cuore, salvandogli la vita.

Domenica 2 novembre durante una partita del campionato di calcio giovanile che opponeva la locale formazione di Senigallia alla Jesina, un ragazzo di 13 anni ha perso i sensi in seguito ad un duro contrasto aereo. Il giocatore è stato prontamente soccorso dal personale che prestava assistenza al campo. Decisivo è stato l’intervento della mamma di un compagno di squadra, un’operatrice socio sanitaria formata all’utilizzo del defibrillatore; dopo essersi fatta portare il DAE, l’ha attaccato al corpo del ragazzo, ma l’analisi del battito cardiaco ha escluso il bisogno di emettere una scarica. Il giovane è stato successivamente trasportato all’ospedale “Carlo Urbani” di Senigallia dove è stato tenuto in osservazione 24 ore e poi è stato dimesso.

Sabato 5 novembre un uomo di 69 è stato colto da arresto cardiaco al Centro Sportivo “Vittorino da Feltre” di Piacenza. Il fatto è accaduto prima dell’inizio di una partita di tennis. Fondamentale è stato il defibrillatore presente nella struttura e l’intervento della segretaria, che aveva partecipato precedentemente ad un corso di formazione BLSD.

Mercoledì 9 novembre ad Aviano, località in provincia di Pordenone, l’appuntato scelto Marino Battistel ha accusato un arresto cardiaco mentre prestava il servizio di piantone alla caserma dei Carabinieri. A salvarlo sono stati i colleghi Beraldi, Restivo e De Pos che conoscevano le pratiche di rianimazione e utilizzare il defibrillatore che è stato necessario.

Non esiste il defibrillatore migliore sul mercato, ma semplicemente quello che si adatta meglio alle vostre situazioni. Italia Defibrillatori saprà indicarti il modello giusto per te, facendoti risparmiare tempo e denaro. Contattaci per ricevere il nostro preventivo gratuito e personalizzato: CLICCA QUI

Search

+